Trattamenti del legno

Disinfestazione: Trattamenti del legno

  • termiti
  • Tarlo
  • Funghi

Trattamento e prevenzione di parassiti di termiti

Prevenzione e trattamento:

Naturalmente, ogni specie richiede un certo trattamento tenendo anche conto della superficie da trattare.

Gas inerti, calore, freddo, radiazioni, biocidi iniettati o esca. Il team di specialisti di FitoStinger ti offrirà l'opzione più adatta.

Verrà effettuata un'ispezione preventiva per ciascun trattamento per determinare il tipo di specie, le misure da adottare e il danno causato.

Gestione completa dei trattamenti del legno

caratteristica numero due della peste urbana

Richiedi la tua ispezione totalmente gratuita: 931733230

Caratteristiche del parassita:

Le termiti sono uno dei parassiti urbani più aggressivi e pericoloso per il danno che possono causare. Scavano gallerie collegando l'ingresso, quindi in molte occasioni è difficile sapere se sono dentro

Sono xilofagi che si nutrono di boschi NON viventiCome strutture(travi, colonne, cornici, ecc.). Ciò implica pericoli latenti poiché la loro presenza non viene di solito rilevata finché i danni non sono considerevoli.

Principali tipi di termiti:

  • Termite sotterranea (Reticulitermes spp.)

    Testa marrone e corpo bianco, ha una lunghezza da 5 a 10 mm. Le regine sono in grado di deporre migliaia di uova al giorno. I lavoratori costruiscono i loro nidi nel terreno, dove dipendono principalmente dall'umidità per sopravvivere.

  • caratteristica numero due della peste urbana
    Termite da legno umida (Kalotermes flavicollis)

    Di colore marrone scuro e lunghi 5-10 mm, questi insetti xilofagi vivono in tumuli di termiti comuni, dove possono esserci fino a diversi milioni di termiti. Si nutrono di legno in uno stato di decomposizione o decomposizione.

  • numero caratteristico tre della peste urbana
    Termite da legno secco (Cryptotermes brevis)

    Il loro colore è marrone biancastro e sono i più grandi, che vanno da 7 a 11 mm. Mangiano legna in tutte le direzioni. Con il passare del tempo lasciano il pezzo di legno con un aspetto normale, ma tuttavia è vuoto. Le larve si sviluppano in alati, soldati o operai.

Trattamento e prevenzione di parassiti di Tarlo

I tarli sono insetti xilofagi che di solito si nutrono del legno di mobili, porte e cornici. La causa del danno è lo stadio larvale dello scarabeo. Quando si osservano i buchi, è un segno che la larva ha abbandonato il legno e si sta preparando a deporre più uova, aumentando così il danno.

Prevenzione e trattamento:

Il trattamento del tarlo richiede l'identificazione della specie e, soprattutto, il materiale da trattare deve essere preso in considerazione, poiché una porta non è la stessa di un'opera d'arte delicata.

Gas inerti, calore, freddo, radiazioni, impregnazione superficiale di agenti preventivi. Sono alcuni dei trattamenti che eseguiamo.

Gestione completa dei trattamenti del legno

caratteristica numero due della peste urbana

Richiedi la tua ispezione totalmente gratuita: 931733230

Caratteristiche del parassita:

Le I tarli sono il nome comune dato alle larve di varie specie di coleotteri che perforano il legno non vivente (travi, mobili, soffitti a cassettoni)., ecc.), in cui costruiscono gallerie e a cui fanno male. 

Producono una caratteristica polvere o segatura chiamata anche quera.

La sua vita all'estero, da adulto, dura alcuni giorni: depone le uova in una crepa e muore.

Caratteristiche:

  • Tarlo appartenente alla famiglia degli anobidi

    Questo tipo di tarlo viene spesso nutrito con legno secco o morbido (come abete o pino); Il modo più semplice per identificarli è la loro dimensione, che è compresa tra 0.6 e 1.2 centimetri.

    Per quanto riguarda il loro aspetto fisico, va notato che sono leggermente curvi e hanno piccoli peli sottili nella parte superiore del loro corpo (anche se a causa delle loro dimensioni, è quasi impossibile notare questi dettagli ad occhio nudo).

    Il loro ciclo di vita può variare da 2 a 5 anni e hanno la capacità di deporre le uova in caso di crepe nel legno. Quindi, nel caso di vedere un tarlo di questo tipo, è meglio chiamare un esperto di parassiti, poiché nel giro di pochi mesi possono diffondersi con grande capacità, danneggiando tutto sul loro cammino.

  • caratteristica numero due della peste urbana
    Tarlo appartenente alla famiglia delle Cerambicidae

    Meglio conosciuto come grande tarlo. L'infestazione di questa classe di tarli è facile da identificare, poiché di solito lasciano grandi buchi nel legno.Possono avere una larghezza di circa 6 e 10 mm. Legato ad esso, è comune trovare una polvere molto fine (segatura) nella zona interessata.

    Quando parliamo del suo aspetto fisico, la prima cosa da notare è la sua dimensione, che può essere tra 0.1 e 1.10 centimetri, un aspetto che lo rende più grande di molti altri. tipi di tarli. Il suo corpo è di solito allungato, con un colore crema (marrone chiaro) e la sua testa è solitamente verso l'interno del suo corpo, rendendo visibili solo le mascelle (con le quali danneggiano il legno).

    Possono durare per molti anni e Hanno la capacità di crescere in grandi coleotteri che possono misurare tra 2 e 8 centimetri. Infine, tendono a preferire il legno appena tagliato e non trattato (o mentre viene trattato), tuttavia, possono essere facilmente alimentati con qualsiasi legno, indipendentemente dal fatto che sia duro o meno (è stato anche riferito che hanno la capacità di penetrare nella parte centrale degli alberi, che di solito è molto dura e resistente).

  • numero caratteristico tre della peste urbana
    Tarlo appartenente alla famiglia dei lipidi

    Il modo più semplice per identificare questo tipo di tarli è attraverso il tipo di polvere di legno che lasciano; che di solito è più fine della farina stessa. Inoltre, di solito lasciano piccoli buchi nel legno che possono misurare tra 6 e 10 millimetri (un aspetto che può variare a seconda del luogo e del legno in cui si trovano).

    Il suo aspetto fisico è piuttosto singolare, poiché il suo corpo è bianco e la testa è di un colore marrone scuro (anche se a volte solo le mascelle sono di questo colore); d'altra parte, sono più grandi nella parte anteriore che nella parte posteriore e hanno tre serie di gambe.

    Hanno un breve periodo di sviluppo, poiché crescono in un periodo di 3 mesi all'anno. Una volta raggiunta la maturità, diventano piccoli coleotteri che possono raggiungere i 7 millimetri (piccoli, rispetto ad altri tipi di tarli).

    Non devono consumare legna secca, poiché mangiano solo legna con umidità pari o superiore al 6%. Infine, di solito mettono le loro uova nei pori di diversi boschi, come: noce, quercia, frassino, quercia, olmo e bambù (nonostante sia considerata un'erba, soddisfa tutte le qualità che questo tarlo ha bisogno di vivere e svilupparsi pienamente).

Trattamento e prevenzione di Funghi Di Legno

Prevenzione e trattamento:

I tecnici FitoStinger sono specialisti nei trattamenti del legno, sia preventivamente che specificamente per controllare la diffusione dei funghi temuti.

Il trattamento fungicida verrà applicato alle aree che presentano attacchi e in quelli contigui a questi.

Il legno deve essere privo di pitture, vernici o materiali che lo ricoprono.

Il trattamento approfondito verrà effettuato su legno con sezioni grandi e medie, iniettando la protezione fungicida attraverso trapani e dopo aver posizionato specifiche valvole di iniezione.

Gestione completa dei trattamenti del legno

caratteristica numero due della peste urbana

Richiedi la tua ispezione totalmente gratuita: 931733230

Caratteristiche del parassita:

Gli funghi cromogenici si nutrono del contenuto cellulare delle cellule di legno viventi, ma non sulla parete cellulare. L'unico effetto importante che hanno sul legno è a cambio colore (bluastro) ma in generale non influiscono sulla resistenza meccanica, poiché non alterano la parete cellulare, responsabile della resistenza del legno.

Gli funghi del marciume sì nutrirsi della parete cellulare, motivo per cui producono una perdita di resistenza del legno. Questi funghi possono provenire da marciume marrone o di  marciume bianco. I primi si nutrono di cellulosa e non attaccano la lignina, che è caratterizzata da un colore più scuro. Con il suo attacco, il legno si spezza e lascia cubi o forme parallelepipedo, motivo per cui a volte vengono anche chiamati marciume cubico.

Funghi marciume bianco si nutrono di lignina e non attaccano la cellulosa, caratterizzata da un colore più chiaro. Con il suo attacco, il legno si rompe in fibre, motivo per cui a volte vengono anche chiamati putrefazione fibrosa.

* Campi obbligatori

Acconsenti a FitoStinger, SL. Ti invierò informazioni riguardanti:

In qualsiasi momento puoi limitare, recuperare ed eliminare le tue informazioni. Puoi annullare l'iscrizione in qualsiasi momento facendo clic sul collegamento a piè di pagina delle nostre e-mail. Per informazioni sulle nostre pratiche sulla privacy, visitare il nostro sito Web.

Usiamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Cliccando sotto per iscriverti, riconosci che le tue informazioni saranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Ulteriori informazioni sulle pratiche sulla privacy di Mailchimp qui.